Serie D
lunedì 10 ottobre 2016
Il Dro affonda uno Scanzorosciate coriaceo

Laurent Amassoka, mattatore del match
Laurent Amassoka, mattatore del match

Un gol di Amassoka affonda lo Scanzorosciate e consente al Dro di mettere in saccoccia tre punti importantissimi in chiave salvezza. Il match andato in scena ieri ad Oltra si è rivelato più spigoloso e combattuto di quanto l'ultima posizione in classifica occupata dai bergamaschi avrebbe potuto far presumere. In ogni caso, le difficoltà incontrate non hanno sorpreso i droati, chiamati da mister Cristian Soave a non concedersi pericolosi cali di concentrazione.

Sin dalle prime battute gli ospiti tengono un approccio molto fisico e coriaceo, dimostrando di non aver alcuna intenzione di alzare tanto presto bandiera bianca. Al 15', il Dro ha la sua prima occasione su calcio piazzato da buona posizione ma Daldosso spreca calciando prima sulla barriera e poi sul fondo. 10' dopo, capitan Paolo Facchinetti risponde per i bergamaschi, liberando un missile che Chimini riesce a deviare sul fondo.

Alla mezzora il Dro passa grazie a un'azione corale di alcuni tra i suoi giovani più promettenti. L'iniziativa, fulminea, ha avvio in difesa grazie al recupero di Federico De Min, il quale affida la sfera a Farimbella; il centrocampista ex Lumezzane apre per Pilenga in fascia che, giunto sul fondo, pennella un traversone meraviglioso per l'incornata vincente di Amassoka.

Nella ripresa le schermaglie a centrocampo non si placano, il ritmo rimane altissimo e lo Scanzorosciate aumenta il pressing sui portatori di palla ma è ancora il Dro ad avere il maggior numero d'opportunità per fare male. Al 10', Daldosso tenta la conclusione su calcio di punizione da posizione invitante ma Stuani s'oppone deviando in angolo. Pochi istanti dopo, Chimini fotocopia l'intervento in cui si era prodigato nel primo tempo, questa volta su Massimo Gotti.

Al 19', Daldosso lascia partire un bolide dai 30 metri che sfiora l'incrocio uscendo sul fondo. Poco dopo Cattaneo manca di un nulla la finalizzazione su contropiede avviato da Farimbella e Amassoka. Al 35', gli ospiti mettono in difficoltà i padroni di casa su calcio d'angolo: dalla convulsa mischia a centro area parte una conclusione che Chimini respinge d'istinto. Verso la fine Ischia e Daldosso hanno un altro paio di occasioni su calcio da fermo, ma l'estremo difensore ospite non si lascia superare.

Per come è stata raggiunta, al termine di una gara sofferta e molto frammentata, quella conseguita dai gialloverdi è una vittoria che fa morale. Un successo di cui il Dro aveva bisogno dopo l'amara sconfitta della scorsa settimana in terra lecchese.

Il tabellino



DRO: 1
SCANZOROSCIATE: 0
MARCATORI: 31' pt Amassoka (D)
DRO: Chimini, Allegretti, De Min, Paoli (16' st Bertoldi), Ischia, Molnar, Farimbella, Daldosso, Cattaneo (37' st Kumrija), Amassoka (35' st Caridi), Pilenga. All. Soave
SCANZOROSCIATE: Stuani, Corno, Venturi, Ubbiali (13' st Mologni), Carminati, Rota, Mapelli, Facchinetti, Pellegris (25' st Bonomi), Melandri (1' st Maggioni), Gotti. All. Giugnetti
ARBITRO: Bergamin di Castelfranco Veneto (De Nardi di Conegliano e Ongarato di Castelfranco Veneto)
NOTE: Ammoniti De Min (D), Stuani, Corno, Carminati, Melandri (S)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,484 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri