Serie D
domenica 7 maggio 2017
Miracolo Dro: a Monza è vittoria e salvezza diretta

Dopo la sciagurata sconfitta patita nel derby trentino, il Dro ritrova se stesso aggiudicandosi una vittoria campale nel match salvezza al Brianteo contro la capolista Monza. Durante la gara i droati hanno dato prova di grande determinazione e personalità riuscendo a gestire al meglio la pressione. Il peso dell'incontro, infatti, rischiava di essere soverchiante soprattutto sotto un profilo psicologico ma, mettendo in campo l'audacia dimostrata più volte nel corso della stagione, la compagine trentina è riuscita nell'impresa di riconquistare il dodicesimo posto in classifica e con esso il sogno della salvezza diretta. Risultato al quale ha contribuito in maniera determinante anche il successo dell'Olginatese sul campo dello Scanzorosciate.

La cronaca. Spinge da subito il Monza, mettendo i propri attaccanti in condizione di svariare su tutto il fronte offensivo, ma le prime sortite conducono a un nulla di fatto. Accantonati i timori reverenziali, consapevoli di potersi ancora giocare tutto, i droati ripropongono con ordine la propria manovra oltre la metà campo. Al 9' giunge la prima vera palla gol dell'incontro con Amassoka, che da buona posizione, tutto solo, incorna sopra la traversa un buon traversone dalla destra. Pochi minuti dopo è Chimini a gestire senza problemi i tentativi a rete di Stronati e Barzotti. Al 18' De Min raggiunge Lollo Amassoka con una pennellata magistrale, ma la deviazione di testa del leone gialloverde si schianta sulla traversa.

Un momento di defiance si registra nella retroguardia trentina poco dopo il 20', nella circostanza Stronati insegna calcio in fascia, suggerendo poi per Santocito il quale manca però l'appuntamento con il pallone. Sul capovolgimento di fronte il Dro trova il vantaggio Amassoka, bravo a finalizzare il cross di Concato. Dopo la rete il Dro dimostra grande carattere mantenendo il sangue freddo nel momento della reazione biancorossa. Al 30' un destro a giro di Barzotti, deviato da Ischia, è controllato da Chimini. Verso la fine della prima frazione i ritmi vanno abbassandosi e le occasioni da rete latitano.

Dopo l'intervallo le due compagini tornano in campo con lo stesso piglio visto in avvio ma i biancorossi appaiono poco concreti, finendo per sviluppare incursioni che non impensieriscono la difesa trentina. Appena entrato Brain Crivaro sfrutta una leggerezza difensiva di Chiarion per giungere in area ma sciupa allungandosi troppo la sfera. Al 30' uno scambio d'alta scuola tra Ferrario e Palazzo mette quest'ultimo in condizione di tirare ma la conclusione che ne segue, fortunatamente, sfiora l'incrocio terminando sul fondo. Nel finale i padroni di casa cambiano ritmo all'incontro, costringendo i gialloverdi ad uno scontro a viso aperto che conduce a continui ribaltamenti di fronte. La presenza dei brianzoli nella metà campo trentina è costante ma gli uomini di mister Cristian Soave si difendono con ordine annullando sul nascere ogni possibile pericolo.

Il tabellino


MONZA 0
DRO 1

RETI: 23' pt Amassoka (D)
MONZA: Confortini, Chiarion, Roveda, Perini (22' st Gasparri), Riva, Caverzasi, Stronati (22' st Palesi), Guidetti, Ferrario, Barzotti, Santonocito (13' st Palazzo). All. Zaffaroni
DRO: Chimini, Concato, De Min, Daldosso (38' st Binatti), Ischia, Molnar, Ruaben, Bertoldi, Paoli, Amassoka, Pilenga (22' Crivaro). All. Soave
ARBITRO: Rosami di Carrara (Fais - Cortese)
NOTE: spettatori 1000 circa, ammoniti Ferrario (M) e Paoli (D)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,439 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri