Serie D
lunedì 28 agosto 2017
Finisce a Verona l'avventura in Coppa Italia del Dro

Finisce tra gli applausi l’avventura del Us Dro Alto Garda nella Coppa Italia di serie D, sconfitto oggi per 1-0 dalla Virtus Verona allo stadio veronese “Gavagnin-Nocini”
La formazione di mister Michele Ischia ha infatti disputato un buon match nonostante le tante assenze e la concentrazione già rivolta all’inizio del campionato. Dopo un buon avvio del Dro, che sprigiona velocità con Ajdarosvki e Etthairi sulle fasce in appoggio all’unica punta Mauceri, sono i padroni di casa a diventare padroni del gioco.
Al 13’ il giovane portiere Di Piero blocca senza difficoltà un tiro dal limite di Manarin, mentre al 24’ si libera al tiro anche l’esperto Alba, il cui conclusione finisce a fil di palo, mentre subito dopo il suo cross è controllato senza difficoltà dall’estremo droato Di Piero. Alla mezz’ora la Virtus Vecomp reclama che dubbio atterramento in area di Trincheri, ma l’arbitro rivela un precedente fallo dell’attaccante e assegna una punizione per il Dro.
La partita si sblocca al 41’ quando Manarin è abile a raccogliere un errato disimpegno della difesa droata, ed a trafigge Di Piero con un preciso diagonale che si insacca sul secondo palo. Al 42’ è Alba a servire al centro Trincheri, ma il suo colpo di testa finisce tra le mani di Di Piero ben piazzato sulla linea della palla.
Il Dro Alto Garda parte bene nel secondo tempo ed al 6’ è Mauceri a dribblare mezza difesa avversaria, ma il suo tiro a botta sicura (dopo aver spiazzato anche il portiere), è allontanato sulla riga da Burato. Con il passare dei minuti la Virtus Vecomp torna a premere ed al 20’ ci vuole il miglior Di Piero per opporsi al preciso colpo di testa di Trincheri. Al 24’ lo stesso Trincheri, già ammonito, rischia il secondo cartellino giallo e viene subito sostituito dal presidente-allenatore Luigi Fresco.
I giallo-verdi della Busa, grazie alle parate di Di Piero (ieri tra i migliori in campo), si salvano anche sulle incursioni di Speri e Pedrinelli, che non trovano lo spiraglio giusto. Nel finale mister Michele Ischia da spazio anche ai più giovani (in campo due classe 2000, tre 1998 ed un 1997) con la Virtus Verona che sbaglia ancora nel finale con Merci e Bertoldi ben controllati da Di Piero.
Il Dro Alto Garda, sconfitto di misura da squadra titolata ed esperta, dimostra una buona forma e la voglia di emergere di giovani come Mauceri, Mengoli e Ajdarovski, ed Etthairi.
Ora è già tempo di campionato e domenica prossima ad Oltra arriverà il temibile Ciliverghe Manzano (secondo lo scorso anno alle spalle del Monza), un match difficile fa preparare al meglio e giocare con molta grinta e determinazione.

il TABELLINO


VIRTUS VERONA - DRO 1-0
RETE: 41’ pt Manarin (VV)
VIRTUS VERONA: Sibi, N'Ze, Acri, Maccarone (38’ st Rossi), Merci, Alba, Cattivera, Burato (31’ st Bertoldi), Trinchieri (21’ st Grbac), Manarin (41’ st Allegrini), Speri (25’ st Pedrinelli). A disp, Tosi, Frinzi, Geccherle, Padovani. All. Fresco
DRO: Di Piero, Giacco, Grossi, Bertoldi (4’ st Corradini), Karamoko, Allegretti, Ruaben, Mengoli, Mauceri (34’ st Guarino), Ajdarovski, Ettahiri (4’ st Greco). A disp. Chimini, De Min, Casolla, Melchiori, Bagattoli, Pagano. All. Ischia
ARBITRO: Brognati di Ferrara (Sugamiele - Cappelli).

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,445 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri