Eccellenza
giovedì 22 novembre 2018
In finale di Coppa Italia con il Lavis

Il Dro Alto Garda ha superato mercoledì sera ad Oltra per 3-1 il Mori S. Stefano, e vincendo la semifinale di ritorno di Coppa Italia (1-1 l'andata) vola nella finale provinciale.

Difesa d'esperienza per mister Manfioletti che si affida alla coppia di centrali Ischia-Tavernini ed ai laterali Grossi e Pasini, mentre in avanti agiscono gli under Malfer, Garcia e Calcari (partono dalla panchina bomber Ballarini, con Nervo e Gattamelata).

E' il Dro Alto Garda a fare la partita anche se il gioco fatica a decollare nei primi minuti. Al 4' è Brusco ad essere fermato sul filo del fuorigioco, mentre al 9' si perde alta sulla traversa una punizione dal limite del moriano Cerda. La squadra droata continua a premere ed al 13' è Malfer a liberarsi bene in area, ma al momento del tiro non trova la coordinazione giusta.

Al 20' su bel cross di Calcari nessun compagno è pronto alla deviazione e la difesa ospite libera la minaccia. La partita si sblocca al 24' quando su debole retropassaggio di Zeni il portiere Prezzi manca clamorosamente la presa (si fa passare la palla sotto il piede) e la palla finisce in rete.

Subito dopo è Brusco a fallire il raddoppio a tu per tu con l'estremo Prezzi. Al 40' il gol di Malfer è annullato per un dubbio fuorigioco, mentre al 44' il tiro di Pancheri si spegne di poco a lato.

Ad inizio ripresa il Mori inserisce Carollo per Guzzo e gli ospiti si rendono subito pericolosi prima con Marchione e quindi con Cerda. Al 5' è il neoentrato Carollo, ben servito da Simonini, a trovare il gol del pareggio con un gran tiro che si infila nell'angolino alto.

La reazione dei droati è pronta, e cinque minuti dopo arriva il nuovo vantaggio per la squadra di casa grazie a Brusco, imbeccato sul filo del fuorigioco da Badu. Il Dro Alto Garda continua a premere ed al 17' è capitan Ischia a trovare il 3-1 con un tocco sottomisura dopo un bel servizio smarcante di Garcia.

La partita si innervosisce nel finale e nel giro di due minuti vengono allontanati per proteste prima Pancheri quindi mister Manfioletti. La girandola delle sostituzioni non cambia l'inerzia del match con la squadra di casa che tiene il pallino del gioco. Nonostante 5 minuti di recupero il punteggio non cambia più e il Dro Alto Garda conquista la finale provinciale di Coppa Italia in programma l'8 o 9 dicembre.



TABELLINO SEMIFINALE COPPA ITALIA

DRO ALTO GARDA - MORI S STEFANO 3-1

RETI: 24' pt Autogol Zeni (M), 5' st Carollo (M); 11' st Brusco (Dag), 17' st Ischia (Dag)

DRO ALTO GARDA: Nervo, Grossi, Pasini, Badu, Ischia, Tavernini, Brusco (49' st Ballarini), Pancheri, Malfer (12' st Corradini), Garcia (24' st Gattamelata), Calcari (33' st Ciric). All. Manfioletti

MORI S. STEFANO: Prezzi, Pozza (24' st Doda), Dal Fiume S., Zeni, Mutinelli (33' st Pedrotti), Cescatti, Pederzini, Cerda (20' st Bianchi), Poli (28' pt Poli), Simonini, Guzzo (1' st Carollo). All. Zoller

ARBITRO: Daniel Ravanelli di Trento (Luciani - Carpentari)

NOTE: Espulso al 18' st Pancheri (D) per proteste e al 24' st mister Manfoletti (Dag); Ammoniti: Grossi, Marchione; Angoli: 1' - 5'; Spettatori 50.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,844 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri