Varie
giovedì 16 ottobre 2014
Linea (giallo)verde, il punto sul settore giovanile / 4

a cura di Gigi Bonetti

Fine settimana da incorniciare per le squadre del settore giovanile dell'Usd Dro: risultati e buon gioco da tutte le compagini che hanno dimostrato con i fatti la propria forza contro compagini di tutto rispetto.

Juniores nazionale. La partita con ti aspetti... vittoria meritatissima contro la prima della classe, quel Mezzocorona che nelle ultime stagioni ha sempre vinto il campionato di categoria. La compagine di Michele Pettinari ha dato battaglia fino dai primi minuti con una condotta di gara sempre d'attacco, passata in vantaggio con Bellapianta su corner, ha continuato ad attaccare cercando per tutta la prima frazione di gioco il raddoppio. Nella seconda frazione di gioco ha subito la reazione della capolista, gestendo al meglio la situazione. Nel finale ci ha poi pensato Nichelatti con un'incursione a portare a due le reti della squadra di casa. Buona la prova di tutti i giocatori, tanta voglia e tanto entusiasmo e consapevolezza nelle proprie forze sono state le qualità maggiori che hanno portato a questa impresa. Ci aspettiamo una continuità di prestazioni positive a partire dalla prossima partita di sabato contro il Montebelluna, una società blasonata che investe da molto tempo nel settore giovanile.

Allievi élite. Vittoria garibaldina dell'undici di Amos Luchesa contro l'ex capolista imbattuta del girone, quel Comano Fiavé che nonostante la sconfitta si è qualificato per il girone élite provinciale. Non ci eravamo sbagliati nelle scorse settimane a ribadire che la squadra ha numeri e qualità da potersela giocare con tutti, domenica abbiamo avuto la certezza, è stata una gara difficile ma nonostante lo svantaggio del primo tempo, la compagine droata ha avuto la forza di reagire con una doppietta di Trenti (complimenti) ed ha ribaltato il risultato con buone trame di gioco e con una condotta di gara grintosa e di buon livello. Resta l'amarezza di non aver centrato l'obbiettivo, ma nulla toglie che nella prossima gara in programma domenica 26 ottobre ci si possa togliere un'altra soddisfazione contro il blasonato Arco. Aspetto da non sottovalutare di questa compagine, la gestione caratteriale che anche domenica è sfociata in malo modo, il calcio è un gioco, ci sono regole da rispettare, per la crescita della squadra ci vuole rispetto di tutto (struttura, compagni, avversari, arbitro, ecc.), questo deve essere un messaggio per il futuro...

I tre gemelli N'Diiaye e i due gemelli Caldini © Foto Daniele Mosna
I tre gemelli N'Diiaye e i due gemelli Caldini © Foto Daniele Mosna

Giovannissimi provinciali. Prima vittoria stagionale con un sacco di gol (5 - 0) contro il Comano Fiavé. Improvvisamente la compagine di Andrea Rigotti è scoppiata, gol spettacolo e tanto bel gioco, sotto gli occhi del responsabile del settore giovanile Riccardo Ruaben, i giovanissimi hanno dimostrato di essere una vera squadra. Oggi nominiamo anche i marcatori che sono stati Bagattoli, Marin, Tavernini e Manuel Caldini (doppietta), ma tutti i giovani droati si sono battuti con molto vigore e molta grinta e voglia. Sabato prossimo la prova della crescita dei giocatori di Rigotti, arriva a Oltra la Ledrense, società che sta investendo tanto nel settore giovanile, avremo sicuramente qualche certezza in più sulla crescita dei nostri leoni...

Pulcini. Venerdì scorso contro lo Stivo di Bolognano non c'era niente da fare, gli arcensi si sono dimostrati superiori nei vari tempi, i piccoli di Sabrina Chemolli si sono battuti alla grande, dando filo da torcere ai giocatori dell'Oltrersarca. Mercoledì sul rettangolo di gioco di Oltra nella partita con la Limonese il risultato ha premiato i canarini ospiti, squadra più esperta dei pulcini droati. Sono esperienze che servono per una crescita collettiva, vedremo nella prossima partita in programma mercoledì 22 ottobre a Varone se i giovani di Chemolli potranno riprendersi e giocarsela ad armi pari.

Primi Calci. Prosegue il lavoro dei mister Ischia, Serrano, Bertoldi e Giovanazzi: si stanno formando dei gruppi a seconda dell'età e delle capacità motorie e tecniche per poter formare già delle mini rose con i loro obiettivi per una crescita unitaria tecnica . Stiamo aspettando ancora delle nuove leve per poter rimpinguare la rosa giocatori per dare la possibilità a tutti di poter apprendere e di divertirsi.

La curiosità della settimana: la nostra squadra giovanissimi è chiamata la "squadra gemellata" perché nella rosa ci sono i due gemelli Caldini (Manuel e Alessandro) e i tre gemelli N'Diiaye (Masear, NBache e Sliou): grazie ragazzi di aver scelto il calcio Dro. Infine auguri di buon compleanno ad Alessio Berlanda e Lorenzo Reghenzani, che in questi giorni compiono gli anni.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,766 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri