Serie D
lunedì 21 novembre 2016
Il Seregno espugna la fortezza di Oltra

L'attaccante gialloverde Lollo Amassoka, vicino al gol in più occasioni ieri
L'attaccante gialloverde Lollo Amassoka, vicino al gol in più occasioni ieri

Un pareggio sarebbe stato forse il risultato più giusto per quanto visto in campo, ma al termine dei 90', soffrendo terribilmente, i brianzoli di mister Andreolli sono riusciti nell'impresa di imporre ai gialloverdi la prima sconfitta della stagione sul campo amico di Oltra. Le due compagini si sono affrontate a viso aperto nella prima frazione, alternando numerosi capovolgimenti di fronte. Nel secondo tempo il forsennato (e sfortunato) forcing droato ha messo a dura prova la retroguardia azzurra, mancando però l'affondo vincente.

In avvio il Dro parte deciso, intenzionato a fare la gara e a portare a casa i tre punti. Dopo soli 4', Paoli rompe l'inerzia dell'incontro con un tiro dalla distanza che Aiolfi blocca in due tempi. Sul ribaltamento di fronte il Dro rischia in copertura, e Bertoldi fa un mezzo miracolo salvando sulla linea la conclusione di Capogna da distanza ravvicinata. Le due squadre continuano a darsi battaglia con delle ripartenze dagli sviluppi insidiosi, ma l'occasione più nitida dell'incontro arriva solamente al 27', quando Ronchi atterra Crivaro in area, regalando un penalty ai gialloverdi. Dagli undici metri, uno sfortunato Amassoka colpisce la traversa, commettendo fallo nel tentativo di ribadire a rete.

I brianzoli paiono da subito rinvigoriti dal mancato sorpasso droato. Al 33', Szekely spara un siluro all'incrocio dei pali, sul quale Chimini s'avventa provvidenzialmente deviando in angolo. I gialloverdi non perdono la calma, dialogando con esperienza in mezzo al campo ed arrivando in zona pericolosa con Crivaro, che dal limite calcia poco sopra il palo lungo. A pochi minuti dal duplice fischio, gli azzurri rompono l'equilibrio grazie al colpo di testa su calcio d'angolo di Moretto, che batte l'estremo difensore droato.

Al ritorno dagli spogliatoi, il Dro riprende le ostilità con un piglio diverso: più aggressivo e determinato. Al 6', Capogna salva il risultato "togliendo dalla porta" un gol già fatto di Ischia, bravissimo a deviare nello specchio una punizione di Daldosso. Al 15', uno sfortunatissimo Amassoka colpisce un secondo legno. I droati interpretano una ripresa a senso unico nel tentativo di agguantare un pareggio meritatissimo. Al 19', Bertoldi suggerisce per Crivaro che da buona posizione spreca malamente alzando troppo la traiettoria. Al 37', Cusaro salva tutto, respingendo sulla riga una conclusione di Paoli. I padroni di casa ci provano fino alla fine, ma il Seregno resiste, conseguendo una vittoria fondamentale.

Il tabellino



DRO 0
SEREGNO 1

RETI: 43' pt Moretto (S)
DRO: Chimini, Stroppa, De Min (40' st Grossi), Bertoldi (27' st Ruaben), Ischia, Molnar, Paoli, Daldosso, Crivaro, Amassoka, Pilenga (27' st Cattaneo). All. Soave
SEREGNO: Aiolfi, Ronchi (19' st Curia), Terminello, Uliano, Moretto, Cusaro, Szekely, Marchini, Capogna (34' st Valente), Vingiano (19' st Arca), Neves. All. Andreoletti
ARBITRO: Modesto di Treviso (De Nardi di Conegliano e Ongarato di Castelfranco Veneto)
NOTE: De Min, Ischia, Daldosso, Crivaro (D), Uliano, Moretto, Cusaro, Marchini, Vingiano, Arca, Valente (S)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri