Serie D
sabato 2 settembre 2017
Debutto casalingo contro il Ciliverghe per l’Usd Dro Alto Garda

Debutto casalingo per l’Usd Dro Alto Garda nel suo quinto campionato consecutivo in serie D. Sarà lo stadio comunale di Oltra ad ospitare domani alle 15 il match contro il Ciliverghe Mazzano, secondo lo scorso campionato alle spalle della capolista Monza, squadra lombarda laureatasi quindi Campione Italiano di Serie D.
L’Usd Dro Alto Garda, affidato quest’anno al neo mister Michele Ischia (per quattro stagioni capitano indiscusso dei giallo-verdi), cercherà di capitalizzare al meglio il primo incontro casalingo, visto che lo scorso anno la salvezza fu costruita proprio con i punti ottenuti sul campo di Oltra (ben 29 dei 36 totali).
La squadra ha preparto al meglio l’incontro ed è reduce delle confortanti prestazioni in Coppa Italia, con la vittoria sul Trento e la sconfitta di misura sul campo della Virtus Verona, e delle ultime amichevoli, dopo il 3-0 ottenuto sulla Monte Baldo giovedì da registrare l’ampio successo per 9-0 sullo Stivo.
Il Ciliverghe Mazzano ha cambiato molto in estate (perdendo la coppia gol Galuppini-Betazzoli 36 gol in due), inserendo nuovi talenti e attaccanti di valore (De Angelis e Bodini) ed è reduce da due sconfitte in TIM CUP con il Lecce e nell'amichevole con l'Imolese.
Il Dro lo scorso anno ottenne un doppio pareggio contro la squadra bresciana rimontando dallo 0-3 al 3-3 in trasferta, e pareggiando il match di ritorno ad Oltra per 1-1.

Il Dro che in settimana ha perfezionato l’ingaggio della punta romagnola Matteo Sartori (classe 1991) e del giovane difensore ligure Michael Fabio Orlando (classe 1999) si affiderà comunque a gran parte dei giocatori più in forma e da tempo inseriti nella rosa a disposizione di mister Michele Ischia (tutti i giocatori sono a disposizione).
Infatti Sartori si è aggregato al gruppo solo giovedì e potrebbe entrare nel corso del match, mentre difesa e centrocampo non dovrebbero presentare sostanziali novità.

TERNA ARBITRALE: Matteo Pierobon di Castelfranco Veneto
Antonio Codemo e Giovanni Pandolfo di Castelfranco Veneto

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri