Eccellenza
lunedì 4 febbraio 2019
Ampia vittoria sull'Appiano

Cinque gol del Dro Alto Garda sul sintetico di Vigne di Arco nel primo match del ritorno dell’Eccellenza 2018-19.

Mister Stefano Manfioletti, complice anche l’assenza di Badu a centro campo (fermato dal mal di schiena), si affida alla difesa a tre con Kostadinovic, Ischia e Tavernini assieme in campo, mentre in avanti Ballarini è ben assistito da Brusco e Nervo. La partita si sblocca già al 5’ minuto quando Brusco, ben servito da Ballarini, si inventa un pregevole pallonetto al limite dell’area, che non lascia scampo al portiere altoatesino Soffiati.

Bastano due minuti ai gialloverdi della Busa per trovare il raddoppio, mettendo di fatto una pesante ipoteca sul futuro andamento del match che opponeva i droati al fanalino di coda Appiano (fermo ad un solo punto). Al 7’ è ancora Brusco a farsi trovare pronto sul cross di Ballarini ed a trafiggere Soffiati con un preciso tocco di testa.

Al 14’ è Gattamelata a lanciare Pasini tutto solo davanti al portiere ospite che si salva in calcio d’angolo. Al 23’ Nervo prova a servire su calcio d’angolo Gattamelata, il cui tocco si perde di poco a lato, mentre subito dopo Nervo ci prova su punizione, ma il suo tocco è respinto due volte dalla barriera altoatesina. L’unico tiro realmente pericoloso per l’Appiano arriva solo al 45’ con Maurizio Foldi che impegna a terra l’estremo droato Carletti in angolo.

La ripresa si apre con il Dro Alto Garda ancora in avanti con Ballarini che non riesce a sfruttare i bei suggerimenti di Nervo e Brusco. La partita per l’Appiano si complica al quarto d’ora quando Breglia, ammonito due volte nel giro di pochi minuti, viene espulso e lascia anzitempo la sua squadra in dieci uomini. Al 16’ è il difensore Parise a realizzare di testa un clamoroso autogol, cercando di anticipare gli avversari sul cross di Gattamelata.

La squadra droata controlla il match senza premere sull’acceleratore e dà spazio anche alle seconde linee (entreranno i giovani Grossi, Corradini, Garcia, Malfer e Calcari). Al 25’ è ancora Brusco ad inventarsi un gran tiro dai 25 metri, che si infila all’altezza del secondo palo là dove il portiere Soffiati non può arrivare, per lui tripletta e pallone omaggio a casa.

Quattro minuti dopo è Nervo a mettere il quinto sigillo su una partita ormai senza storia sfruttando al meglio il suggerimento di Gattamelata, apparso ieri in gran forma. Gli ultimi minuti, con il risultato ormai ampiamente acquisito, scorrono via senza emozioni mentre le prime ombre della sera avvolgono il campo di Romarzollo.

Il Dro Alto Garda, approfittando della sconfitta esterna del Lavis sul campo del Lana ed in attesa del recupero del match della Rotaliana, torna capolista solitaria in testa al campionato di Eccellenza, un torneo che era alla ripresa dopo la lunga pausa invernale ma dove ieri si sono giocati solo tre match.


TABELLINO

DRO ALTO GARDA – APPIANO 5-0



RETI: 5’ pt, 7 pt e 25’ st Brusco (Dag), 16’ st Autogol Parise (A), 29’ st Nervo (Dag)



DRO ALTO GARDA: Carletti, Dallavalle (32’ st Corradini), Kostadinovic, Gattamelata, Ischia, Tavernini, Brusco (29’ st Calcari), Pancheri (27’ st Grossi), Ballarini (37’ st Malfer), Nervo (35’ st Garcia), Pasini. All. Manfioletti.

APPIANO: Soffiati, Cirillo (28’ st Fratucello), Nava, Ruscelli, Parise, Graf (1’ st Tschigg), Maoul (21’ st Tschimeen), Foldi L., Santini, Breglia, Foldi M. All. Avancini

ARBITRO: Zihadul Azam di Arco Riva (Giannone – D’Alterio)

NOTE: Espulso al 14’ st Breglia (A) per doppia ammonizione; Ammoniti: Ballarini, Cirilo; Angoli 7-2. Recupero 1’-1’. Terreno sintetico in buone condizioni. Spettatori: 150

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri