Eccellenza
lunedì 18 febbraio 2019
Terza vittoria consecutiva e primato rinforzato

Terza vittoria consecutiva per il Dro Alto Garda che con due reti nella prima mezz’ora di gioco ha superato oggi ad Oltra supera la ViPo Trento, consolidando la leadership in testa all’Eccellenza. Mister Manfioletti deve rinunciare agli acciaccati Badu e Dallavalle, e si affida alla sua collaudata difesa a quattro con Ischia e Kostadinovic centrali e Pasini e Corradini (classe 2000 di Dro) esterni, mentre in avanti il tridente d’attacco è composto da Ballarini affiancato da Brusco e Calcari (classe 1999).

Parte subito forte la squadra droata che si porta in vantaggio alla prima azione utile. Al 3’ sul primo calcio d’angolo di Nervo è Pancheri a spizzare la palla di testa, servendo così bomber Franco Ballarini che trafigge il portiere ospite da Folgheraiter da distanza ravvicinata (per il goleador veneto-argentino è la 15^ rete stagionale). La ViPo prova a reagire subito ed al 5’ il colpo di testa di Dalfovo, su angolo di Tessaro, si perde di poco a lato.

Al 12’ è Nervo a provare il tiro dal limite, dopo una bella triangolazione rifinita da Ballarini, ma il suo tiro è ribattuto dalla difesa ospite. E’ sempre Nervo a provare il tiro a giro ma l’estremo Folgheraiter riesce a mettere la palla in calcio d’angolo, sfruttato malamente da Kostadinovic che alza troppo la mira. Nei primi 20 minuti continua la pressione droata ma prima il portiere ospite si salva in due tempi sul tiro ravvicinato di Brusco, mentre subito dopo è Kostadinovic a provarci di testa, commettendo però fallo sul diretto controllore.

La ViPo Trento si rivede in avanti solo al 20’ ma il tiro di Omodei finisce lontano dai pali difesi da Carletti, mentre alla mezz’ora ci vuole un gran intervento di Kostadinovic per mettere in angolo il tocco ravvicinato di Agosti ben appostato sul secondo palo.

La reazione della squadra del capoluogo è frenata al 35’ dal raddoppio del Dro Alto Garda. E’ Pasini ad inventarsi un gran tiro dal limite che, prima sbatte sulla faccia interna del palo, e quindi si insacca imparabilmente alle spalle dell’estremo Folgheraiter. Prima della fine del tempo è Calcari a non sfruttare il perfetto assist di Ballarini, ed a mancare il tocco vincente pur da posizione defilata, mentre Brusco spedisce a lato il delizioso suggerimento dello stesso Ballarini.

La ripresa si apre con la ViPo decisa a rimediare allo svantaggio, ma se al 6’ Osti rileva D’Andreatta, subito dopo Nardelli (classe 1999 di ritorno dal Levico) si infortuna in modo grave al ginocchio e deve lasciare il posto a Luca Bazzanella. La ripresa scorre via senza grandi emozioni con il Dro Alto Garda che bada a difendersi, mentre la ViPo quasi mai riesce a rendersi pericolosa in fase realizzativa.

Al 24’ Carletti devia in angolo un tiro dal limite di Tessaro, mentre sul ribaltamento di fronte la bella discesa di Pasini ed il cross di Brusco non è sfruttato dai compagni. Il Dro Alto Garda, alla sua terza vittoria consecutiva nel girone di ritorno, allunga in classifica approfittando anche del pareggio esterno del Lavis, ora avvicinato ad un solo punto dalla Rotaliana che in casa rifila quattro reti al Comano Fiavè.





INTERVISTE DRO - VIPO



DRO – “Nel primo tempo abbiamo costruito tante palle gol pur sbagliando qualche conclusione – spiega il mister del Dro Alto Garda Stefano Manfioletti – abbiano affrontato questo delicato match con la giusta intensità e concentrazione, trovando il gol nei primi minuti che si ha permesso di giocare quindi con più tranquillità. Dobbiamo giocare partita dopo partita con la massima concentrazione senza guardare ai risultati dei nostri avversari. Domenica giocheremo con il Brixen e mercoledì 27 febbraio si sarà il primo match del triangolare triveneto di Coppa Italia con il Caldiero, appuntamenti dove servirà impegno grande determinazione. Ho inserito Corradini e Calcari, in questa squadra c’è spazio per tutti: l’importante è farsi trovar pronti”.

Se le due squadre sono vicine a Mattia Nardelli per il grave infortunio al ginocchio in casa ViPo è tanta la delusione. “Nei primi 20 minuti abbiamo pagato la pressione del Dro concedendo un gol evitabile – spiega mister Marco Girardi – poi la squadra ha reagito sfiorando la rete che poteva riaprire il match. Nonostante questa sconfitta contro la capolista Dro stiamo dando vita ad un buon campionato e il gruppo può prendersi tante soddisfazioni, raggiungendo la salvezza con anticipo”.



TABELLINO

DRO ALTO GARDA – VIPO TRENTO 2-0



RETI: 3’ pt Ballarini (Dag), 35’ pt Pasini (Dag)



DRO ALTO GARDA: Carletti, Kostadinovic, Pasini, Gattamelata (50’ st Caldini), Ischia, Corradini (43’ st Malfer), Brusco (43’ st Grossi), Pancheri, Ballarini, Nervo (47’ st Gacia), Calcari (26’ st Tavernini). All. Manfioletti



VIPO TRENTO: Folgheraiter, Giacomoni, D’Andretta (6’ st Osti), Cont, Agosti, Nardelli (10’ st Bazzanella), Golob, Omodei (32’ st Marchi), Dalfovo, Tessaro, Trentini (16’ st Orlando). All. Girardi



ARBITRO: Michele Maccorin di Pordenone (Lorenzi – Frediani)



NOTE: Ammoniti: Kostadinovic, Nervo, Malfer, Golob, Agosti, Orlando). Angoli: 8-5. Recupero: 0’-8’. Spettatori: 70

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,109 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri