Eccellenza
domenica 28 aprile 2019
Si torna in serie D

E’ serie D per il Dro Alto Garda, che torna a riassaporare il calcio interregionale dopo una sola stagione in Eccellenza. La squadra del presidente Lucio Carli, del diesse Loris Angeli e del mister Stefano Manfioletti, grazie al rotondo 3-0 ottenuto ieri ad Oltra ai danni della Rotaliana, festeggia con due turni d’anticipo la vittoria del campionato e la promozione in Serie D, visto anche il pareggio tra Lavis e Maia Alta.

Dopo 90 minuti di buon calcio, e sotto le note di “We are the Champions”, la squadra droata può festeggiare anche un altro piccolo record, quello di aver disputato nella sua storia calcistica solo due campioni d’Eccellenza, entrambi conclusi con la vittoria del torneo ed il passaggio nell’interregionale.

Non è stato però tutto facile ieri per la squadra droata che dopo un buon avvio ha dovuto subire il ritorno della Rotaliana, Se al 10’ infatti l’estremo Carletti deve sventare la punizione ben calciata da Bonenti, al 15’ mister Manfioletti deve sostituire Andrea Pancheri, infortunatosi in una mischia in area rotaliana, con Grossi e spostando Pasini a centrocampo.

Al 16’ è ancora il giovane portiere droato a dover uscire di testa per anticipare al limite una veloce ripartenza ospite. Al 22’ ci prova Ballarini su punizione dai 25 metri, ma la palla si perde alta sulla traversa. Al 28’ il Dro Alto Garda va ad un passo dal vantaggio ma prima Brusco e quindi Pasini si vedono ribattere i loro tiri sulla linea di porta da Zentil e De Simone. Subito dopo è Biaggini a liberarsi bene sulla fascia, ma il suo tiro non trova lo specchio della porta. Il primo tempo si chiude con le ammonizioni a Pasini e Dauti costretti ad atterrare i diretti avversari per impedire due pericolosi contropiedi.

La ripresa vede i droati più decisi e pronti a conquistare l’intera posta, visto che il Lavis sul terreno amico del “Mario Lona” è bloccato sul 1-1 dal Maia Alta. E’ Nervo a dimostrarsi tra i più attivi, e se al 6’ non trova lo spazio per imbeccare Ballarini, al 10’ è abile a raccogliere l’assist di petto della stessa punta veneta ed a trovare il gol con un tiro a giro all’angolino alto. Al 14’ è Brusco ad andare ad un passo dal raddoppio ma Zentil sventa la minaccia. Il Dro Alto Garda continua a tenere il pallino del gioco e se al 23’ Ballarini si libera bene in area ma calcia debolmente, al 25’ è Pasini solo davanti alla porta a mancare clamorosamente il raddoppio.

Arriva alla mezz’ora la seconda rete droata con Ballarini che serve in profondità Brusco che scatta sul filo del fuorigioco e trova la rete che di fatto chiude l’incontro. Spazio quindi alle sostituzioni con Di Torchio e Rizzi inseriti da mister Bertoncini tra i rotaliana, mentre Tavernini e Chemolli consolidano la difesa doata.

Nel finale, con l’attenzione sempre più rivolta al risultato tra Lavis e Maia Alta (dove il pareggio per 1-1 non cambia più) arriva a tempo scaduto la doppietta di Brusco (per lui è la 14^ rete stagionale) per il 3-0 finale. Sul campo di Oltra si può dare il via alla festa: il Dro Alto Garda ritorna in serie D.



TABELLINO

DRO ALTO GARDA – ROTALIANA 3-0

RETI: 10’ st Nervo (Dag), 30’ e 47’ st Brusco (Dag)

DRO ALTO GARDA: Carletti, Dallavalle, Pasini (46’ st Chemolli), Badu, Ischia, Kostadinovic, Brusco, Pancheri (15’ pt Grossi), Ballarini, Gattamelata, Nervo (35’ st Tavernini). All. Manfioletti

ROTALIANA: Gionta, Ermon (28’ st Rizzi), Bonenti, Conci G. (31’ st Di Torchio), Canali, Dauti, Zentil, Gasperini, De Simone, Conci F., Biaggini. All. Bertoncini

ARBITRO: Tagliente di Bari (Carpentari – Stefani)

NOTE: Ammoniti: Pasini, Brusco, Bonenti, Dauti; Angoli 3-4. Recupero 2’-3?. Forte vento, terreno in buone condizioni; Spettatori 100

MIGLIORI

DRO ALTO GARDA: Nervo, Brusco

ROTALIANA: Zentil, De Simone

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,578 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri