Serie D
giovedì 26 settembre 2019
Successo nell'Euregio cup 2019

Il Dro Alto Garda e la squadra femminile del Stubai-Matrai (portacolori del Nord Tirolo) si sono aggiudicate ieri al centro sportivo di Egna l’edizione 2019 della “Kerschdorfer – Euregio Cup” organizzata dalla società del Neumarkt-Egna con il Comitato di Bolzano delle Figc-Lnd.

Di fronte, nelle due finalissime disputate in mattinata, il Dro Alto Garda (vincitore della fase provinciale e regionale di Coppa Italia) e il Termeno (campione dell’Alto Adige), alla ricerca della rivincita dopo aver perso in dicembre allo stadio Briamasco di Trento la finale regionale contro i droati (2-0 con i gol di Brusco e Ballarini), e le formazioni femminili di Azzurra S. Bartolomeo e Stubai-Matrai.
Vittoria senza discussioni per il Dro Alto Garda, che dopo un primo tempo equilibrato (recuperando lo svantaggio inziale) dilaga nel secondo tempo grazie al maggior tasso tecnico ed esperienza sulla giovane squadra del Termeno. Mister Manfioletti si affida ad una formazione collaudata con Chimini tra i pali, Kostadinovic e Karamoko coppia centrale, mentre in avanti agiscono Ballarini e Brusco ben supportati da Pancheri e Menolli. Dopo un avvio controllato è il Termeno a passare per primo in vantaggio grazie alla rete di Baldo che raccoglie la corta respinta di Karamoko e trafigge l’estremo droato Chimini.

La reazione del Dro Alto Garda è affidata a Ballarini ma per due volte l’estremo altoatesino Zelger si oppone con bravura alle conclusioni della punta italo-argentina. Il pareggio per i droati arriva al 35’ quando Menolli indovina l’angolino alto non lasciando sciampo all’estremo altoatesino.
La ripresa vede ancora avanti la squadra di mister Hugo Pomella ed al 5’ è bravo Chimini a salvarsi sulla punizione di Graif, mentre sul corner susseguente Dalpiaz colpisce il palo. E’ questo il momento migliore del Termeno che va ancora ad un passo dal nuovo vantaggio con la difesa droata che si salva con qualche affanno, mentre Dalpiaz solo in area alza troppo la mira. Il Dro Alto Garda è abile ad approfittare degli spazi concessi dalla squadra altoatesina ed al 19’ trova il vantaggio con Ballarini grazie ad un diagonale millimetrico che trafigge il portiere Zelger. Bastano nove minuti ai droati per trovare la terza rete, che chiude di fatto l’incontro, grazie al tocco ravvicinato di Karamoko dopo un batti e ribatti in area. La girandola delle sostituzioni non cambia gli equilibri in campo con i droati che nel finale arrotondano il punteggio grazie alla rete al 38’ di Pancheri su assist di Ballarini, mentre al 43’ Gattamelata firma il 5-1 finale, grazie alla fortunata deviazione della traversa.

Un punteggio che da nuovi stimoli e motivazioni alla squadra di mister Manfioletti, dopo le ultime tre sconfitte consecutive nel difficile girone B di Serie D.

In contemporanea sul campo in erba naturale si è disputata anche la finale del torneo femminile (novità dell’edizione 2019) con le nord-tirolesi del Stubai-Matrai che hanno avuto la meglio sulle trentine dell’Azzurra S Bartolomeo grazie alla rete di Gschliesser giunta alla mezz’ora del secondo tempo.

Il tabellino


DRO ALTO GARDA – TERMENO 5-1
DRO ALTO GARDA: Chimini, Dallavalle (39’ st Stangellini)), Pasini (40’ st Corradini), Karamoko, Kostadinovic, Menolli, Brusco (15’ st Gattamelata), Pancheri, Ballarini (40’ st Benamati), Trentini (20’ st Calcari). All. Manfioletti.
TERMENO: Zelger, Dissertori (5’ at Thaler), Facchinelli (14’ st Firler), Rellich, Dalpiaz, Duriqui, Froetscher, Pomella R. (17’ st Spiess), Pfitscher (20’ st Gasparini), Greif, Baldo (30’ st Saha). All. Pomella H.
RETI: 22’ pt Baldo (T), 35’ pt Menolli (Dag), 19’ st Ballarini (Dag), 28’ st Karamoko (Dag), 38’ st Pancheri (Dag), 43’ st Gattamelata (Dag)
ARBITRO: Bazzo di Bolzano
NOTE: Recupero 1’-4’. Terreno sintetico. Spettatori 100

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri