Serie D
lunedì 9 dicembre 2019
Avanti con un pareggio contro il Caravaggio

Svanisce nel recupero la vittoria per il Dro Alto Garda, che spreca il doppio vantaggio (ottenuto con i gol di Aquaro e Brusco su rigore) e si fa raggiungere a tempo scaduto dal Caravaggio, grazie alla rete dell’esperto Gritti. Complice delle discutibili decisioni arbitrali nel finale (rigore negato su Brusco ed espulsione affrettata di Proietto), la squadra di mister Stefano Manfioletti vede svanire ancora una volta la seconda vittoria stagionale

È un Dro Alto Garda con tante assenze quello che affronta con determinazione gli avversari bergamaschi del Caravaggio (16 punti, ma solo tre nelle ultime sei gare), visto che Ballarini, Gattamelata, Pasini hanno lasciato la società in settimana, mentre Pancheri è squalificato per doppia ammonizione. La squadra droata parte con il giusto atteggiamento ed al 6’ Menolli prova il cross, me nessun compagno è pronto alla deviazione vincente. Al 5’ è bravo l’esperto portiere Chimini a mettere sul fondo una conclusione di Beu ben appostato in area.
La pressione dei droati si concretizza al 8’ quando Aquaro sottomisura trova il tocco vincente dopo un doppio suggerimento di Salvaterra (ieri impegnato sulla fascia in posizione avanzata). Il vantaggio da nuovo vigore al Dro Alto Garda, con il Caravaggio che prova una sterile reazione.
Al 27’ è Brusco con una rapida incursione dal lato corto dell’area a procurarsi la massima punizione. La stessa punta di Ala realizzare con precisione il rigore, spiazzando il portiere ospite Mazzoli e portando il match sul 2-0. Alla mezz’ora la squadra di casa sfiora il terzo gol, ma Aquaro, dopo essersi ben liberato in area, sbaglia a tu per tu con l’estremo lombardo. Nel finale di tempo il Caravaggio tenta una reazione più convincente, ma al 35’ Chimini si salva sul tiro angolato di Santonocito, e subito dopo è respinta dalla difesa la punizione dal limite di Gritti. Nell’ultima azione d’attacco del primo tempo capitan Michele Ischia subisce un duro colpo al capo, e deve lasciare il campo per un trauma commotivo.

Nella ripresa entra subito Kostadinovic con Granillo che rileva il centrale Ghidini, ma è ancora il Dro Alto Garda a sfiorare il gol, ma Brusco e Benamati che non inquadrano lo specchio della porta. Se non ha alcun esito la rovesciata velleitaria di Granillo, la difesa droata si salva pur con qualche affanno sulle percussioni dei laterali lombardi. Al 18’ l’arbitro assegna al Caravaggio il rigore dopo l’atterramento in area di Grandi, che lo stesso attaccante bergamasco trasforma spiazzando Chimini e riaprendo il match.
Il Dro Alto Garda ci prova con Brusco e Kostadinovic (fuori di poco il suo colpo di testa), ma soffre nei minuti finali la pressione ospite. Gli ingressi di Corradini e Francescon sembrano dare nuovo equilibrio alla squadra, ma al 46’ l’arbitro prima sorvola su un fallo in area su Brusco, quindi allontana Proietto per un ingenuo fallo a centrocampo (eccessivo il rosso diretto). Arriva al 47’ il pareggio del Caravaggio grazie ad un tiro da oltre 30 metri di Gritti che si infila nell’angolino basso là dove Chimini non può arrivare. Per il Dro Alto Garda l’ennesima beffa con tante recriminazioni per un arbitraggio ed un finale da dimenticare.

Il tabellino


DRO ALTO GARDA – CARAVAGGIO 2-2
RETI: 8’ pt Aquaro (Dag), 28’ pt RIG Brusco (Dag), 18’ st RIG Grandi (C), 47’ st Gritti (C)
DRO ALTO GARDA: Chimini, Dallavalle (43’ st Calcari), Stanghellini, Karamoko, Ischia (1’ st Kostadinovic), Menolli, Brusco, Benamati (38’ st Francescon), Aquaro, Proietto, Salvaterra (30’ st Corradini M.). All. Manfioletti. A disp: Gentile, Corradini A., Ferreira, Trentini.
CARAVAGGIO: Mazzoli, Frana (41’ st Pirovano), Concina, Ghidini (14’ st Viola), Gritti, De Bode (1’ st Granillo), Beu (30’ st Marchiondelli), Lamesta, Grandi, Santonocito (34’ st Comelli), Messaggi. All. Porro. A disp: Rubbi, Bertolotti, Zanola
ARBITRO: Mauro Stabile di Padova (Raccanello di Viterbo – Romagnoli di Albano Laziale)
NOTE: Espulso al 46’ st Proietto (Dag), Ammoniti: Ischia, Menolli, Brusco, Aquaro, Grandi, De Bode; Angoli 3-4; Recupero 1’-5’. Terreno in buone condizioni; Spettatori 100.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri