Serie D
lunedì 7 ottobre 2019
Una domenica amara, Dro ko contro Brusaporto

Non basta il coraggio e la determinazione al Dro Alto Garda per invertire la serie negativa (5 sconfitte consecutive). I droati si sono arresi ieri sul terreno amico di Oltra alla rete dell’esperto centrale difensivo Suardi, gol che regala il primo successo esterno alla matricola Calcio Brusaporto.

Mister Manfioletti cambia poco e si affida al collaudato modulo 4-3-3, con Kostadinovic e Ischia coppia centrale, mentre Dallavalle e Pasini (in forse per un virus intestinale) agiscono sulle fasce, con Gattamelata chiamato a rinforzare il centrocampo a sostegno della punta centrale Ballarini e degli esterni Calcari e Salvaterra. Parte bene la squadra droata che dimostra voglia di reagire ad un periodo davvero difficile. Se al 7’ Pasini non riesce a crossare in modo preciso ai compagni, subito dopo è Salvaterra a finire in fuorigioco dopo un’azione in profondità dei droati. Il Brusaporto si vede per la prima volta al 9’ ma sul cross del talentuoso Galelli nessun compagno è pronto alla deviazione in area. Al 16’ ci vuole un intervento in acrobazia del giovane portiere droato Gentile per sventare la deviazione ravvicinata di Tomasi, imbeccato da Galelli.

Con il passare dei minuti la squadra droata diventa padrona del gioco, costruendo bene la manovra a centrocampo ma non trovando spazi vincenti in avanti. Al 21’ dopo un doppio calcio d’angolo è Ballarini di testa ad alzare troppo la mira, mentre al 24’ il cross di Gattamelata si perde a lato del secondo senza essere sfruttato dai compagni. Alla mezz’ora il Dro Alto Garda va ancora ad un passo dal vantaggio, ma Salvaterra solo in area non riesce a controllare il pallone, ed il portiere ospite sventa la minaccia. Al 43’ Pasini febbricitante deve alzare bandiera bianca lasciando il campo a Zanghellini (classe 1997 in arrivo dal Lumezzane). Un minuto dopo è lo stesso Zanghellini a servire in area Calcari, ma la giovane punta ledrense non trova forza e precisone al tiro.
Arriva al 13’ la “doccia fredda” per i droati, con il centrale difensivo Suardi che di testa infila in rete la velenosa punizione di Galelli. Il Dro Alto Garda prova a reagire, e mister Manfioletti inserisce Brusco per Kostadinovic, spostando Zanghellini al centro della difesa. Al 25’ è il neo entrato Brusco a provare la conclusione appena dentro l’area, ma il portiere ospite neutralizza il tiro in due tempi. In una partita maschia ma non cattiva (eccesivi 9 cartellini gialli) a farne le spese al 33’ è capitan Ischia che in 5 minuti rimedia due “gialli” e deve lasciare il campo anzitempo. Il punteggio non cambia più e i droati restano a 4 punti (tanti quanti gol sin qui segnati). Il derby di domenica prossima sul campo della Virtus Bolzano (sconfitta ieri per 2-1 dall’Arconatese e ferma a 2 punti) si annuncia quanto mai delicato e decisivo per le speranze salvezza delle due formazioni regionali.

Il tabellino


DRO ALTO GARDA – CALCIO BRUSAPORTO 0-1
RETI: 13’ st Suardi (B)
DRO ALTO GARDA: Gentile, Dallavalle, Salvaterra, Kostadinovic (20’ st Brusco), Ischia, Menolli, Calcari (39’ st Benamati), Pancheri, Ballarini, Gattamelata, Pasini (43’ pt Stanghellini). All. Manfioletti. A disp: Chimini, Corradini, Degasperi, Trentini, Proietto,
CALCIO BRUSAPORTO: Gavazzeni, Archetti (1’ st Lanza), Villa, Forlani, Suardi, Ondei, Tomasi, Belotti, Spampatti (15’ st Vitali), Galelli (31’ st Zanardini), Patacchini (44’ st Esposito R.). All. Dal Prato. A disp: Esposito F., Cortinovis, Flaccadori, Zullo, Zubani
ARBITRO: Dylan Marin di Portogruaro (Munitello – Giangregorio)
NOTE: Espulso al 33’ st Ischia (Dag) doppia ammonizione. Ammoniti: Kostadinovic, Menolli, Stangellini, Gavazzeni, Archetti, Floriani, Patacchini; Angoli 4-7; Recupero 1’-4’; terreno in buone condizioni, spettatori 100.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,109 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri