Dalla società
mercoledì 6 novembre 2019
Si rinnova il sostegno a Diego Canella

La società Usd Dro Alto Garda condivide ed appoggia l’iniziativa avviata dal Comitato Trentino della Figc in favore di Diego Canella, giovane portiere della società Redival che nell’aprile del 2017 durante una partita di Seconda Categoria si è gravemente infortunato e tutt’ora vive una condizione estremamente critica.

Il Usd Dro Alto Garda ha deciso di devolvere parte dell'incasso della partita di domenica valida per il 13° turno d’andata della Serie D con il Levico Terme. Durante il Derby Trentino di domenica ad Oltra (dalle 14.30) sarà predisposto presso il punto ristoro, una cassa per le offerte libere che vorranno devolvere spontaneamente tutti i tifosi.

Il Usd Dro Alto Garda aderisce alla nuova raccolta di fondi avviata dal Comitato Trentino Figc e delle società calcistiche trentine attraverso un crowdfunding in internet sul portale https://www.eppela.com/diegocanella

Chiediamo cortesemente di veicolare l’iniziativa presso tutti tesserati, dirigenti, volontari e tifosi affinché ognuno, sulla base delle proprie disponibilità e delle proprie sensibilità possa volontariamente contribuire alla buona riuscita della raccolta fondi.


Questa la nota diffusa dal Comitato Trentino Figc



AIUTIAMO DIEGO CANELLA, IL PORTIERE NOSTRO FENOMENO.

Anche in Trentino abbiamo dei fenomeni dello sport, persino nel gioco del calcio del quale siamo privi di squadre professionistiche.

Quello che vogliamo celebrare e aiutare è Diego Canella, portiere della Società Redival, squadra di Seconda categoria di Pejo in Val di Sole.

Diego era un forte portiere, cercava di emulare il suo idolo Gigio Donnarumma del Milan che è più giovane di lui e un po’ gli assomiglia. Diego aveva quasi 24 anni il 30 aprile 2017 e compiva parate incredibili volando da un palo all’altro della porta che difendeva per la sua squadra che era nei primi posti in classifica ed era impegnata nelle ultime partite di campionato con l’obiettivo di essere promossa in Prima categoria.

Quella Domenica sera la Redival disputava a Mezzolombardo (TN) una partita contro la squadra locale. All’undicesimo del primo tempo Diego compiva una delle sue parate uscendo sul centravanti avversario. Si verificava uno scontro fortuito che cambiava per sempre la vita di Diego e della sua famiglia, oltre che a farci sentire vicini a lui.

La partita venne sospesa; Diego fu trasportato in ospedale dove venne sottoposto ad un delicato intervento chirurgico alla testa. Da quel momento, purtroppo, le parate di Diego si spengono.

Al termine del campionato la Redival venne promossa in Prima categoria nel nome di Diego mentre lui lottava in ospedale per difendere la porta della sua vita con l’amorevole sostegno di mamma Luciana e delle sorelle Federica e Irene. Anche la famiglia della sua Società sportiva si stringeva a Diego.

Le cure sono lunghe e costose, il prodigarsi della famiglia non conosce limiti. Purtroppo la speranza che possa tornare a volare in difesa della porta del Redival non è cancellata, ma si è di molto allontanata. Diego resta un fenomeno così come la famiglia che lo assiste. La casa di Cogolo dove Diego vive deve essere adeguata in maniera congrua al suo attuale stato.

Il C.P.A. di Trento della F.I.G.C. – L.N.D., in accordo con mamma Luciana, chiede aiuto per Diego attraverso una sottoscrizione che consenta di sostenere le onerose spese per le cure e quelle di adeguamento della sua casa di Cogolo che superano, anche in prospettiva futura, tutti gli aiuti finanziari.

Il nostro impegno per Diego riprende ora e proseguirà fino a Natale 2019. Il CPA di Trento della FIGC/LND partecipa direttamente a questa iniziativa benefica e chiede a tutti di aiutare Diego e la sua fenomenale famiglia.

F.I.G.C. – L.N.D. Comitato Provinciale Autonomo Di Trento

Via G. B. Trener, 2/2 - 38121 TRENTO

Telefono: 0461 984050 - fax: 0461 984140

e-mail: info@figctrento.it –internet: www.figctrento.it

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,141 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri